Inserito in: Lavoro
19/09/2013

Come difendersi dall'usura bancaria

Autore: Iolanda Taddei

Oggi parliamo di un tema di cui si sta discutendo molto in questi giorni. Chi ha un'azienda ne avrà probabilmente già sentito parlare: usura bancaria, ovvero l'applicazione da parte delle banche di interessi che superano la soglia oltre la quale il prestito diventa strozzinaggio.

L'usura bancaria è stata introdotta nel Codice penale italiano dalla Legge n. 108 del 1996. In questa legge vengono citate esplicitamente le sanzioni che si applicano agli operatori del credito (quali ad esempio le banche) che applicano interessi superiori alla soglia che separa il normale prestito dall'usura.

Come risposta alla legge, le banche hanno adottato una procedura per calcolare il “tasso soglia” che non prevedeva il computo della CMS (Commissione di Massimo Scoperto), e che in questo modo non faceva scattare quasi mai la soglia. Questa procedura è stata in seguito ritenuta illegittima e annullata, anche se le banche l'hanno sostituita con metodi altrettanto fraudolenti.

Di conseguenza, oggi l'usura bancaria esiste ancora, ma è più difficile scovarla e per rintracciarla occorre “ingaggiare” dei professionisti.

Per rispondere a questa nuova esigenza, molte società di consulenza fiscale e gestionale si sono organizzate per offrire un servizio di controllo e recupero degli interessi usurati. Esatto: si può procedere al recupero e al rimborso degli interessi fraudolenti già addebitati, notizia che di certo darà respiro a molte aziende in difficoltà proprio a causa del comportamento poco virtuoso delle banche.

I tipi di usura bancaria più diffusi riguardano il conto corrente, il mutuo e il leasing.

Se nutrite il sospetto di aver subito un'irregolarità di questo genere avete la possibilità di richiedere la consulenza di una delle società specializzate in questo genere di operazioni.

Queste società analizzeranno i documenti bancari relativi al vostro conto corrente, individueranno l'eventuale irregolarità e gestiranno la procedura per il recupero di quanto estorto illegalmente.

Purtroppo procedere da soli è molto difficile: servono delle competenze fiscali e commerciali che solo uno studio specializzato possiede, ma gli studi più seri offrono una prima consulenza gratuita, fornendo tutte le informazioni affinché si possa stabilire se intervenire oppure no contro la banca.
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Articoli correlati
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza