Inserito in: Tempo libero
27/01/2015

Equitazione invernale: se a cavallo si va anche con il freddo

Autore: Iolanda Taddei

In molti pensano che l'equitazione sia uno sport da praticare solo con la bella stagione, ma si sbagliano. L'equitazione non è un'attività vincolata al clima e si può svolgere anche con pioggia, temperature rigide e persino con la neve. Questo vuol dire che se avete scoperto il nuovo amore per il cavallo e temete di dover rinunciare in questi lunghi mesi invernali aspettando che tornino le belle giornate, non c'è motivo di avere paura: potete continuare tranquillamente a recarvi al maneggio dedicandovi al vostro sport preferito.
Per cavalcare in inverno occorre prendere delle precauzioni per salvaguardare cavallo e cavaliere. A differenza della primavera, che non pone particolari problemi alla vostra salute e non rende poi così difficile prendersi cura di un cavallo, in inverno le attenzioni devono moltiplicarsi. Ma basta informarsi e sapere come muoversi per ridurre al minimo i rischi dell'equitazione invernale e sfruttare appieno anche queste corte giornate, che così ci appariranno meno tristi!

I pericoli dell'inverno

L'inverno presenta alcune insidie che bisogna conoscere per evitare di incappare in problemi. Il primo pericolo è di sicuro il freddo. Con il calo delle temperature, aumenta il rischio di influenze e malanni, ed anche se il cavallo è preparato ad affrontare anche il clima più rigido bisogna avere delle accortezze.
Pioggia e neve rendono il terreno scivoloso, creando i presupposti per un bello scivolone, che a sua volta può provocare fratture e distorsioni.
Le giornate più corte possono rendere impraticabili alcuni sentieri privi di illuminazione artificiale e vincolare la scelta dei percorsi da fare. Con il buio, infatti, si può scivolare, cadere o smarrire.

Curare il cavallo in inverno

La prima cosa da fare per evitare che l'inverno sia pericoloso per la salute del cavallo è avere degli accorgimenti speciali durante le normali operazioni di cura del cavallo. Prima di uscire, i muscoli vanno massaggiati per far sì che si riscaldino prima e che il cavallo, una volta fuori, subisca il repentino cambio di temperatura. Anche gli zoccoli vanno trattati con cura, verificando che non vi siano residui di terra e sassi in cui possa incastrarsi il nevischio. Durante la passeggiata, anche se i cavalli sono dotati naturalmente del manto invernale, può essere utile usare una coperta per reni e schiena. Ma attenzione, perché anche se calda questa coperta non deve impedire la corretta traspirazione del cavallo!
Di ritorno dalla passeggiata, asciugate subito il manto del cavallo e spazzate via i residui di neve. In alcuni casi, può essere utile usare un phon per asciugare il manto. Proseguite quindi con le normali operazioni di pulizia, ma non utilizzate l'acqua fredda. Se nel vostro maneggio non è presente acqua calda, limitatevi a tamponare il cavallo e detergetelo al massimo con delle salviette umide. Le salviette per i neonati vanno benissimo anche per i cavalli.
Per crini e coda non usate prodotti liquidi, ma a secco, così non avrete bisogno di bagnare il cavallo, che potrebbe raffreddarsi. Chiedete alla vostra selleria di fiducia quali sono i prodotti più indicati per curare il vostro cavallo quando fa freddo. Concludete la giornata con una bella spazzolata, con la quale farete sentire il cavallo coccolato aiutandolo anche a riscaldare la muscolatura.

Evitare i colpi di freddo

Per un cavallo, il passaggio dal caldo al freddo e viceversa può essere dannoso. Evitate i colpi di freddo abituando gradualmente il cavallo alla temperatura esterna, e soprattutto non interrompete l'allenamento in modo brusco. Quando siete di ritorno, aspettate alcuni minuti prima di rientrare in stalla. Il cavallo non deve fermarsi all'improvviso; il suo cuore deve rallentare progressivamente la sua corsa fino a tornare ai livelli iniziali. 
Attenzione al terreno
Un altro grande pericolo rappresentato dall'inverno è la qualità del terreno, che diventa scivoloso a causa della pioggia, dell'umidità o del ghiaccio. Una caduta da cavallo può essere molto pericolosa per il cavaliere, ma nuoce soprattutto al cavallo che rischia fratture dolorosissime.
Controllate che l'uscita dal maneggio sia sicura e, se non lo è, cospargete il pavimento di segatura. Una volta in strada, evitate sentieri che non conoscete bene e tenete gli occhi ben aperti per verificare che non vi siano lastre di ghiaccio o altre superfici pericolose.

Vestirsi con cura

Molti cavalieri dimenticano che le temperature rigide richiedono un abbigliamento scelto ad hoc, perché anche il cavaliere, come il cavallo, può ammalarsi! Proprio come le coperte per la schiena del cavallo, anche gli indumenti del cavaliere devono essere pesanti senza impedire la traspirazione. Se il tessuto tecnico è di qualità, la pelle riesce a respirare ma il sudore non bagna gli indumenti. Procuratevi perciò un dolcevita in questo tessuto innovativo e un giubbotto antivento imbottito. Se le temperature sono molto rigide, si può aggiungere anche un pile.
Attenzione a non esagerare con i vestiti, perché dopo un po' potreste iniziare ad avere caldo. In ogni caso, la percezione della temperatura è sempre soggettiva, perciò regolatevi in base a quanto siete o non siete freddolose. Attenzione alle sciarpe, che potrebbero impigliarsi nella sella. Meglio un comodo scaldacollo in lana o pile.


Trekking a cavallo invernale

In inverno si può cavalcare eccome, e c'è addirittura chi fa trekking sulla neve a dorso del suo amico cavallo. L'equiturismo è in forte ascesa, e viene praticato anche con le temperature rigide. In Italia, alcune regioni hanno costruito delle ippovie funzionanti anche in pieno inverno. Lungo le ippovie, i turisti a cavallo possono trovare strutture di ricovero per cavalli, hotel specializzati in equiturismo, abbeveratoi e mangiatoie, tratti carrozzati accessibili anche a bambini e persone con mobilità ridotta. Ricordiamo che per dedicarsi al trekking invernale a cavallo bisogna essere cavalieri esperti, o in alternativa affidarsi ad una guida esperta o unirsi ad un gruppo. 
Ecco il link di alcuni siti utili per fare trekking a cavallo:

Trentino: http://www.visittrentino.it/it/articolo/dett/equitazione
Valle d'Aosta: http://web.tiscali.it/gruppoattacchivda/Turismo/indexturismo.htm
Abruzzo: http://www.gransassolagapark.it/itinerari_acavallo.php

Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza